Todiguide guide turistiche della Regione Umbria 389 424 62 62

Tour Orvieto-Svinnere

svinnere4

Storia di una nonna e di un gruppo di amici…

 

Oggi Elisa vi racconta una storia che le è particolarmente piaciuta!…

C’era una volta una nonna che si chiamava Velia e che viveva in una graziosa cittadina dell’Umbria chiamata Orvieto.

 Velia era una bravissima cuoca e nella sua locanda, La Mezza Luna, deliziava i clienti con i suoi piatti caratteristici. A fine pasto poi, non mancava mai un bicchierino contenente un liquido rosso rubino: non era semplice vino rosso, ma una specialità che nonna Velia produceva ogni anno…era lo SVINNERE, un vino rosso aromatizzato alle visciole. Cosa sono le visciole? Sono delle dolcissime amarene selvatiche con le quali si può fare anche una fantastica marmellata!

svinnere4

Fino a qualche decennio fa molte famiglie di Orvieto si dedicavano alla produzione dello Svinnere e anche i bambini ne andavano ghiotti,

 

 

soprattutto se a merenda la nonna preparava una fetta di pane fresco con lo zucchero e bagnata con lo Svinnere…mmmmm che bontà!!!

Poi pian piano la tradizione si è persa e anche lo Svinnere ha cominciato a scomparire dalle tavole degli orvietani.

La nonna Velia poi venne a mancare all’inizio degli anni ottanta e nessuno della sua famiglia si dedicò più alla produzione dello Svinnere, finchè un giorno, qualche anno fa, un suo nipote insieme ad alcuni suoi amici aprì una bottiglia invecchiata da oltre 25 anni e… che sorpresa! Lo Svinnere era ancora ben conservato, si era evoluto ed era ancora più gustoso! Quegli amici si guardarono negli occhi e si capirono all’istante: bisognava ricominciare a produrre lo Svinnere! Questa tradizione non poteva essere persa! E poi la nonna Velia aveva lasciato scritta su un fogliettino la ricetta originale con la quale preparare lo Svinnere! E cosi nacque la Compagnia della Guisciola, un gruppetto di amici che da circa 8 anni si dedica alla produzione dello Svinnere.

svinnere

 

Perchè vi racconto tutto questo? Perchè qualche giorno fa sono andata nella loro cantina, a pochi passi da Piazza Duomo, e Paolo, uno della Compagnia, mi ha fatto degustare lo Svinnere abbinato a formaggio, marmellata e cioccolata…beh, sarei rimasta lì a bere per ore! E ho pensato che tutti dovrebbero avere l’occasione di degustare questa bontà orvietana! Quindi quello che vi propongo è di fare un bel tour di Orvieto con Todiguide e poi di lasciarvi accompagnare alla cantina per gustare lo Svinnere! Io ci torno volentieri!

La degustazione costerà € 5 a persona e comprenderà vino e diversi stuzzichini da abbinare: naturalmente ci sarà uno della Compagnia a spiegarvi bene la storia dello Svinnere e soprattutto come gustarlo al meglio!

Ah dimenticavo! La cantina è una caratteristica cantina orvietana a più piani sotterranei, tre per la precisione: per accedere al terzo livello si scende lungo una ripida scaletta di epoca etrusca…capirai!

www.svinnere.it

 

Back to top