Todiguide guide turistiche della Regione Umbria 389 424 62 62

Cascia e Santa Rita

s.rita

s.ritaCASCIA E SANTA RITA

 

Adagiata alle pendici del monte Ocosce, a 550m s.l.m. e vicino al fiume Corno, sorge la piccola città di Cascia.

A causa dei molto terremoti che si sono verificati nel corso dei secoli, la città è stata più volte ricostruita e anche adattata alle sempre crescenti esigenze legate ad un turismo prettamente religioso.

Cascia è infatti legata alla figura di SANTA RITA, la “santa degli impossibili”, una delle sante più venerate in Italia.

 

SANTA RITA DA CASCIA

Margherita Lotti (questo è il suo vero nome) nacque a Roccaporena intorno al 1381 e già da piccola manifestò la vocazione monacale, ma i genitori, per assicurarle un futuro economicamente tranquillo, la fecero sposare a 18 anni con un uomo severo e burbero e che lei non amava.

Dopo 15 anni di matrimonio, durante i quali Rita sempre onorò il marito nonostante tutto, l’uomo venne assassinato e nel giro di un anno morirono anche i suoi due figli a causa della peste.

Superando molti ostacoli e pregiudizi potè realizzare la sua iniziale vocazione ed entrò nel convento delle agostiniane di S. Maddalena.

Sempre obbediente, si dedicò alla cura dei bisognosi e alla risoluzione di faide famigliari .

Durante la preghiera di fronte ad un crocifisso nel monastero, Dio le fece dono di una spina della corona di Gesù che le rimase impressa nella fronte.

Morì nel 1457 e il suo corpo rimane ancora oggi incorrotto.

Nel 1628 papa Urbano VIII la beatifica e nel 1900 avviene la canonizzazione ad opera di papa Leone XIII.

 

SANTUARIO

Il santuario di Cascia è formato da due chiese sovrapposte: la basilica superiore, che venne eretta tra il 1925 e 1947, e quella inferiore, terminata insieme alla penitenzieria nel 1986.

All’interno della chiesa superiore viene conservato in un’urna di argento e cristallo il corpo incorrotto di Santa Rita .

Nella basilica inferiore si trova la Reliquia del Miracolo Eucaristico di Siena (1330)

 

IL MONASTERO

Accanto al santuario di Santa Rita si trova il monastero agostiniano che è visitabile e all’interno del quale sono ancora visibili gli ambienti nei quali Rita visse e gli oggetti ad essa appartenuti.

 

ROCCAPORENA

Poco lontano da Cascia, a 1707m s.l.m., si trova il piccolo borgo di Roccaporena, dove Rita nacque e visse fino al giorno della sua monacazione.

Qui si trovava la sua casa, trasformata successivamente in cappella, la chiesa di San Montano, all’interno della quale Rita si sposò, e lo scoglio con il sasso sopra al quale Rita inginocchiata era solita pregare per lunghi periodi.

Back to top