Todiguide guide turistiche della Regione Umbria 389 424 62 62

Nasce la Birra di Todi!

Nasce la Birra di Todi!

Diciamo che ultimamente il “fare la birra in casa” sta diventando una passione/hobby molto diffusa. Io stessa lo scorso giugno ho aiutato un mio amico di Milano a lavare e disinfettare una cinquantina di bottiglie pronte per essere riempite con birra da lui prodotta direttamente in camera sua…!

Qualche giorno fa sono venuta a conoscenza del fatto che anche a Todi c’è un ragazzo con la stessa passione: è stato proprio lui…

 

 

… ad avvicinarsi a me all’uscita della scuola (i nostri figli stanno in classe insieme) e a darmi il volantino che pubblicizzava la messa in commercio della sua birra.

Dico la verità, lì per lì la cosa non mi ha entusiasmato tanto perché… perdonatemi, ma la birra non mi piace proprio! Poi però Leonardo (questo il nome del produttore) mi ha spiegato che aveva voluto dedicare questa sua nuova “creatura” a Todi ed in particolare alla figura di Jacopone. Così ho pensato che sarebbe stato interessante scrivere un articolo nel blog proprio per far conoscere a tutti la storia di questa birra… LA BIRRA DEL FRATE!!!

Anche Leonardo ha cominciato facendo birre fatte in casa, sperimentando e perfezionando sempre di più la sua arte. Poi nell’estate 2012 è nato ufficialmente il “Birrificio Tuderte” e la birra è stata prodotta per la vendita al pubblico.

Qui di seguito trovate la scheda tecnica che Leonardo ha scritto per spiegare le caratteristiche della sua birra: la riporto con “copia-incolla” perché non sarei in grado di farne un riassunto :)))

Donna de Paradiso” è una birra speciale che nasce da un’ accurata progettazione, rispettando le antiche tradizioni birraie. La scelta dei luppoli e del lievito inglese marcano il suo stile, British Ale. A caratterizzare la birra è la scelta accurata del malto, coltivato e trasformato in Italia.

La produzione è completamente artigianale: ne consegue un prodotto non pastorizzato e non filtrato, ricco di sedimenti naturali. La presenza di lieviti sul fondo della bottiglia non rappresenta impurità, ma il prezioso lavoro della rifermentazione in bottiglia, che ne garantisce la conservazione mantenendo vivi i profumi e gli aromi di ogni singolo ingrediente.

Il colore è quello di una Golden Ale, con un EBC uguale a 11, l’amaro molto equilibrato con un IBU uguale a 23.

Rispecchiando il desiderio del birraio, il prodotto presenta un moderato contenuto di anidride carbonica, con una schiuma compatta e persistente. Al palato risulta un gusto secco, bilanciato da un retrogusto floreale e fruttato dato dal lievito inglese; il corpo è mediamente strutturato. Per questo si sposa con piatti di frittura e pesce in genere, ma si abbina molto bene anche con aperitivi, antipasti e formaggi non molto stagionati.

La temperatura di servizio consigliata è 6-8°C.

Per non alterare le sue caratteristiche organolettiche è stata scelta una bottiglia pesante con un forte spessore e una colorazione scura capace di non far filtrare alcuna luce all’interno.

Il tappo a corona, rinforzato da una guarnizione supplementare, ne assicura il completo isolamento dall’ossidazione.

 

FOTO BIRRA2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi